Curare la psoriasi con rimedi naturali

Malattia infiammatoria caratterizzata dalla presenza di placche eritematose e squamose e lesioni sulla pelle, la psoriasi è una dermatite cronica non contagiosa determinata, oltre che da una predisposizione genetica, anche da uno stile di vita non corretto. Alimentazione squilibrata, situazioni di stress psicologico, abuso di alcolici, tabagismo e infezioni sono tutti fattori che concorrono ad aggravare il disturbo.

Se ti sono piaciuto... condividimi !
Share on Facebook
Facebook
Share on Google+
Google+
Tweet about this on Twitter
Twitter

rimedi naturali contro la psoriasi

Psoriasi e rimedi naturali

Pruriti e rossori tipici della psoriasi possono oggi essere leniti ricorrendo a semplici rimedi naturali. Naturalmente quando la psoriasi non si trova nelle sue fasi acute per le quali è necessario applicare determinati medicinali sulla cute, i rimedi naturali possono essere d’aiuto  per alleviare il problema: via libera, quindi, a gel, pomate, creme e balsami che possano scacciar via i sintomi tipici di questa particolare forma di dermatite. Si tratta di prodotti naturali realizzati con sostanze specifiche, i cui principi attivi hanno proprietà riepitelizzanti, antiossidanti, antisettiche e antinfiammatorie. Uno dei prodotti probabilmente più usati, perché esercita una notevole azione protettiva ed emolliente, è il gel all’aloe vera, dotato di polisaccaridi che stimolando la divisione delle cellule e favoriscono l’azione riepitelizzante. L’aloe, inoltre, aiuta a combattere la disidratazione della pelle, perché permette di mantenere la quantità di acqua già presente nella cute riducendone al massimo la perdita. Oltre all’aloe, utile per la psoriasi risulta anche l’estratto oleoso dei semi di pompelmo, ricco di ceramidi, che esercitano un’azione antinfiammatoria, e di flavonoidi, importanti come antiossidanti. Dotati di proprietà emollienti sono l’olio jojoba  e l’olio di macadamia: in particolare, contribuiscono a prevenire le infiammazioni, infatti è ottima da spalmare sulla cute affetta da psoriasi la crema di olio di macadamia, centella, bardana, ossido di zinco, ananas, acido salicilico, squalene e olio jojoba. Lo squalene è una sostanza che si trova nelle olive, nella crusca del riso e nel germe di grano, e ha una funziona di tonificazione dei tessuti della pelle, di cui ne promuove il metabolismo e l’attività eudermica. La centella, invece, ha la capacità di stimolare la circolazione e quindi ha proprietà capillarotrope, mentre l’ossido di zinco si rivela utile specialmente se la psoriasi si presenta con piaghe e lesioni di difficile rimarginazione, in quanto riesce a contenere la suppurazione e a ridurre una traspirazione eccessiva della pelle. L’ananas, invece, contiene un enzima proteolitico, la bromelina, che allevia le infiammazioni: proprio perché la psoriasi provoca una desquamazione della pelle dovuta a cellule danneggiate, tale enzima “rompe” le proteine della cute e stimola la riepitelizzazione.  Anche la propoli produce effetti benefici contro la psoriasi: ricca di flavoniodi  dall’azione antisettica e riepitelizzante e di acido caffeico, la propoli ha proprietà antibiotiche e antibatteriche eccezionali per intervenire in maniera mirata sul problema.

 

Tinture e tisane contro la psoriasi

Tra i rimedi naturali d’immediata efficacia contro la desquamazione della pelle affetta da psoriasi, non vanno sottovalutati i benefici che possono provenire dalle tinture e dalle tisane: per esempio, venti gocce al giorno di tintura di carciofo, tarassaco o fumaria riescono a favorire uno smaltimento rapido delle tossine, mentre alla salute della pelle psorica gioveranno anche le gocce di viola del pensiero e bardana. Tra le tisane, eccellente si rivela quella a base di sambuco e betulla: esercitando un’azione epurativa a livello epidermico, è perfetta per aiutare la salute della pelle, mentre particolarmente efficace contro la psoriasi anche la radice di salsapariglia. Con l’estratto di noce e di cedro del Libano è possibile realizzare una tisana mettendo a macerare un cucchiaino di questa radice tritata in un litro di acqua tiepida: il tutto deve essere portato a bollitura per quindici minuti, quindi filtrato e bevuto freddo. Se si soffre spesso di prurito, gli impacchi lenitivi a base di fiori di elicriso possono alleviare e ridurre l’attacco di prurito, mentre frizioni eseguite con olio di lino procureranno un sollievo generalizzato.

Naturalmente, per applicare qualsiasi rimedio naturale è indispensabile consultare il proprio medico o un dermatologo, che potrà indicare le cure erboristiche più adatte anche per evitare controindicazioni dovute, per esempio, al conflitto con principi attivi dei medicinali assunti.

Se ti sono piaciuto... condividimi !
Share on Facebook
Facebook
Share on Google+
Google+
Tweet about this on Twitter
Twitter

Lascia un commento