Rinforzare le difese immunitarie con l’acerola

L’acerola, è una pianta arbustiva tropicale dalle spiccate qualità terapeutiche. Grazie al suo altissimo contenuto di vitamina C e di elementi estremamente benefici, contribuisce al benessere generale dell’organismo. Scopriamo, dunque, come rinforzare le difese immunitarie con l’acerola, in modo del tutto naturale ed efficace.

Se ti sono piaciuto... condividimi !
Share on Facebook
Facebook
Share on Google+
Google+
Tweet about this on Twitter
Twitter

Acerola

Rinforzare le difese immunitarie con l’acerola

L’acerola, dal latino Malpighia Glabra, è una peculiare pianta delle zone tropicali e subtropicali dell’America, coltivata soprattutto in Brasile, che può raggiungere i cinque metri d’altezza. Predilige i terreni sabbiosi o argillosi ricchi di humus e temperature superiori ai 15 °C. I frutti, molto simili alle ciliegie, hanno un sapore un po’ acidulo e un elevatissimo contenuto di vitamina C, di gran lunga superiore a quello contenuto negli agrumi e nei kiwi.

Nota come ciliegia delle Barbados o del Brasile, l’acerola oltre a contenere tantissima vitamina C, 1.600 milligrammi circa per etto, ha considerevoli quantitativi di provitamina A, di vitamine del gruppo B (acido pantotenico, in primis) di tannini e bioflavonoidi e di sali minerali come calcio, magnesio e ferro. Un vero e proprio concentrato vitaminico riscoperto, stranamente, fino a poco tempo fa, date le sorprendenti proprietà stimolanti e protettrici verso l’organismo.

Azioni benefiche dell’acerola

Oggigiorno sempre più persone prediligono con successo rinforzare le difese immunitarie, con l’acerola, fonte naturale per eccellenza di vitamina C indispensabile per la propria salute, specialmente nei casi di fabbisogno o carenza e come protezione dai danni provocati dall’inquinamento, dal fumo e dai raggi ultravioletti.

L’insieme dei suoi componenti agisce da ottimo stimolatore del sistema immunitario, favorendo l’attività di fagocitosi eseguita dai globuli bianchi, contrasta l’anemia, stimolando la flora batterica intestinale, nella formazione dell’acido folico che facilita l’assorbimento del ferro. Combatte inoltre i radicali liberi, grazie alla sua spiccata funzione antiossidante e oltre a contribuire alla difesa dell’organismo contro le infezioni, concorre alla protezione della parete dei vasi sanguigni verso patologie cardiovascolari.

I suoi elementi dunque sono particolarmente utili alla rigenerazione cellulare, in casi di raffreddore, influenza, infezioni del tratto respiratorio, ed altresì alla protezione dei capillari, alla cicatrizzazione delle ferite, ed ogni volta che il nostro organismo manifesta situazioni di debolezza , convalescenza, carenze vitaminiche.

Rinforzare le difese immunitarie con l’acerola, contribuendo al benessere generale, si rivela quindi  un modo  sempre valido per prendersi cura del nostro organismo, anche sotto forma di compresse o di estratto secco, facendo comunque attenzione a non superare le dosi solitamente consigliate, per non rischiare di incorrere ad acidità gastrica e alla possibile formazioni di calcoli.

Se ti sono piaciuto... condividimi !
Share on Facebook
Facebook
Share on Google+
Google+
Tweet about this on Twitter
Twitter

Lascia un commento