Più vigore fisico e mentale con la Mucuna pruriens

Stress e condizioni fisiche non ottimali, si riflettono negativamente sull’organismo e anche sulla vita di coppia, venendo a mancare spesso, quell’energia, quel desiderio e voglia di entrare in intimità. Il mondo vegetale, in questi casi, può venirci in soccorso, offrendoci più vigore fisico e mentale con la mucuna pruriens, una pianta adattogena, tradizionalmente conosciuta nella medicina ayurvedica.

Mucuna pruriens

Più vigore fisico e mentale con la Mucuna pruriens

L’utilizzo della mucuna pruriens nella medicina ayurvedica risalente a circa 4500 anni fa, era

particolarmente indicato per favorire il desiderio sessuale e la fertilità, oltre che per curare morsi di serpenti. Oggigiorno, i suoi impieghi sono numerosi e vengono usati a supporto della funzione cerebrale, della libido, della crescita muscolare, per migliorare lo stato di allerta mentale, di apatia e la coordinazione motoria.

La macuna pruriens è un tipo di pianta rampicante, che appartiene alla famiglia delle fabaceae, che cresce nelle zone africane tropicali, asiatiche e meridionali. Le parti generalmente più sfruttate a fini terapeutici, sono i suoi semi, sebbene le foglie abbiano dimostrato valide qualità antiossidanti. L’importanza erboristica dei semi è dovuta alla concentrazione elevata di levodopa, un aminoacido precursore della dopamina, neurotrasmettitore collegato al senso di piacere e di benessere.


Per comprendere meglio come si può ottenere più vigore fisico e mentale con la macuna pruriens, basti pensare che uno dei suoi principali principi attivi, la levodopa, è una delle sostanze più utilizzate dal nostro organismo per la produzione di dopamina, responsabile dell’efficienza psicofisica, della salita dei livelli di testosterone e un conseguente aumento della libido, della fecondità e della massa muscolare magra.

Tale neurotrasmettitore sembra anche esercitare un importante ruolo nel trattamento del parkinson, (patologia scatenata dalla sua mancanza) incoraggiando il recupero degli impulsi, diminuendo la rigidità muscolare e tremori. La mucuna pruriens è dunque una pianta particolarmente interessante, potenzialmente utile nel contrastare stati di apatia, stanchezza e debolezza sessuale. Ciò nonostante gli effetti collaterali non sono trascurabili, data la sua azione molto somigliante a quella di un medicinale. Proprio per tale motivo, la sua integrazione va assunta necessariamente sotto controllo medico.

Condividi questo contenuto sui social...Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Lascia un commento