Le proprietà officinali del fico

Il fico è un frutto orientale molto apprezzato anche in occidente, per via del suo caratteristico sapore e del suo matrimonio felice con altri alimenti della cucina italiana. A Roma, in particolare, ‘pizza e fichi’ rappresenta una delizia stagionale e poi c’è l’accostamento con il prosciutto e melone a rendere giustizia al frutto, che comunque ‘da solo’ va più che bene e nel mese di settembre spopola. Quello che forse non tutti sanno è che il fico non è solo buono ma anche ‘bravo’, nel senso che è ricco di sostanze e principi attivi che lo rendono utile per la

Se ti sono piaciuto... condividimi !
Share on Facebook
Facebook
Share on Google+
Google+
Tweet about this on Twitter
Twitter

Il fico è un frutto orientale molto apprezzato anche in occidente, per via del suo caratteristico sapore e del suo matrimonio felice con altri alimenti della cucina italiana.

A Roma, in particolare, ‘pizza e fichi’ rappresenta una delizia stagionale e poi c’è l’accostamento con il prosciutto e melone a rendere giustizia al frutto, che comunque ‘da solo’ va più che bene e nel mese di settembre spopola.

Quello che forse non tutti sanno è che il fico non è solo buono ma anche ‘bravo’, nel senso che è ricco di sostanze e principi attivi che lo rendono utile per la salute.

Tanto per cominciare, è una discreta fonte di vitamina A, la nostra alleata contro la degenerazione cellulare e i radicali liberi. Poi contiene i sali minerali, soprattutto potassio e calcio, per cui sostiene le ossa e i denti. Infine, c’è anche il ferro, che non è mai di troppo, in particolare per il gentil sesso.

Attenzione a non mangiarne in quantità eccessiva perchè il fico è abbastanza calorico, però con moderazione fa davvero bene.

Dal frutto dei fichi viene inoltre estratto il latte di fico, che vanta la proprietà di curare i calli e le verruche, rigorosamente mediante applicazione esterna; attenzione a non metterlo dove la pelle è sana, perchè è irritante, proprio a causa dell’azione caustica che lo rende utile per le problematiche di cui sopra.

E’ importante sapere che la vecchia credenza popolare secondo la quale il lattice del fico favorisce l’abbronzatura è priva di fondamento, anzi è vero l’esatto contrario: non solo non aiuta, ma danneggia, favorendo altresì le ustioni solari.

I semi del fico sono invece di aiuto per i problemi intestinali, soprattutto nel caso di stitichezza e dei disturbi gastrointestinali legati allo stress e a reazioni psicosomatiche. I fichi freschi possono infatti avere effetto lassativo se mangiati in quantità significative.

Se il latte di fico è irritante, i frutti non lo sono per niente, per cui vengono utilizzati con profitto proprio per la cura della pelle, con particolare riferimento ai foruncoli e alle forme acneiche leggere, grazie anche al loro potere antinfiammatorio.

E ancora, sempre in tal veste, il fico può essere utile nei confronti di infiammazioni di vario tipo, come quelle a carico delle vie urinarie, dello stomaco (colite), degli stati febbrili.

Se ti sono piaciuto... condividimi !
Share on Facebook
Facebook
Share on Google+
Google+
Tweet about this on Twitter
Twitter

Una risposta

  1. elena pacchetti

Lascia un commento