Come realizzare un profumo naturale?

Per molte donne spruzzarsi addosso un buon profumo è importante quanto l’indossare un bel vestito; il profumo di un uomo può essere una potente arma di seduzione per il sopraffino olfatto del gentil sesso. Per fortuna oggi i profumi non sono più un lusso: ne esistono migliaia in commercio e sono sempre più i profumi fatti con essenze naturali, anche con le proprie mani.

Se ti sono piaciuto... condividimi !
Share on Facebook
Facebook
Share on Google+
Google+
Tweet about this on Twitter
Twitter

profumi naturali

Che cos’è un profumo naturale?

I profumi delle grandi case di moda o delle case produttrici di cosmetici non hanno bisogno di presentazioni. Disponibili in diversi formati, dalle fragranze immutate nel tempo o ogni anno rinnovate, i cosiddetti profumi di marca hanno prezzi che si aggirano tra i 20 ed i 30 euro, per target medio bassi, e che superano i 70 euro (se parliamo di flaconi da 100ml) per target medio alti.

Molti non sanno, però, che per queste cifre si portano a casa non solo splendide profumazioni ma anche una buona dose di potenziali danni per la salute. I profumi ed i cosmetici prodotti su scala industriale sono, infatti, pieni di componenti chimici: alcol denaturato, methylparaben, ethylhexyl methoxycinnamate, propylene glycol e molti altri ancora. Si tratta di derivati del petrolio e filtri chimici, che sebbene la legge non abbia mai condannato in via definitiva non si può dire certamente facciano dormire sonni tranquilli.

I profumi naturali sono la risposta bio alla voglia di uomini e donne di profumare il proprio corpo. Si dividono in due gruppi:

  • profumi naturali, venduti in confezioni spray del tutto simili ai tradizionali profumi, ma a base di alcol biologico (cioè senza aggiunta di denaturanti) ed essenze naturali;
  • oli essenziali profumati, liquidi/oleosi o solidi (si parla in quest’ultimo caso di profumi solidi).

 

Gli oli essenziali ed i profumi naturali

Gli oli essenziali sono un prezioso esempio di come l’uomo possa prendere il meglio di quanto la natura gli abbia donato ma senza alterarlo. Gli oli essenziali non sono altro che gli oli estratti da piante, erbe e semi, detti ‘essenziali’ perché puri e molto concentrati. Cosa è concentrato in essi? I principi attivi di quelle piante, quelle erbe e quei semi – la loro essenza, appunto.

Bastano poche gocce di olio essenziale di rosa, di Ylang Ylang, di the verde, di iris, di ginepro o di una delle centinaia e centinaia di essenze esistenti in natura, per rilasciare i profumi ed i principi attivi di quei fiori o piante.

Gli oli essenziali fungono da base per i profumi naturali, i quali possono quindi essere:

  • Oleosi, quando la base oleosa non viene diluita; si vendono in flaconi di vetro e si usano versando alcune gocce (con le dita o con apposito aspiragocce) su collo, nuca e polsi.
  • Liquidi, quando la base oleosa è diluita con acqua o alcol; si vendono in soluzioni spray.
  • Solidi, quando la base è costituita da oli che a temperatura ambiente sono solidi; sfregandoli su collo, nuca e polsi si sciolgono a causa del calore sprigionato dal contatto col corpo e rilasciano sulla pelle il profumo.

 

Come realizzare un profumo naturale con le proprie mani?

Se volete realizzare con le vostre mani un profumo 100% naturale vi basterà recarvi in una buona erboristeria ed acquistare alcuni oli essenziali. Alcuni fungeranno da base, altri daranno al vostro profumo il suo “carattere”. Gli oli essenziali, infatti, sono tutti ugualmente validi come basi per profumi naturali, ma non tutti hanno note dominanti e sufficientemente riconoscibili per poter caratterizzare un profumo e quindi determinarne la fragranza. Oli più neutri dal punto di vista olfattivo sono, ad esempio, l’olio di jojoba, di ricino o di rosa. Andranno poi scelti uno o più oli essenziali che daranno la profumazione vera e proprio al composto che state realizzando. Sandalo, vaniglia, the verde, patchouli, gelsomino… ad ognuno il suo profumo ideale! Di solito la composizione di un profumo naturale prevede che 3/4 siano base ed 1/4 nota dominante, ma ovviamente il principio guida in questo genere di cose è il proprio gusto.

Per realizzare in casa un profumo naturale solido, infine, potete acquistare un panetto di burro di cacao o burro di karité puri ed aggiungervi gocce di uno o più oli essenziali. Lavorandoli con le mani nude i panetti si ammorbidiranno dopo pochissimi minuti, quindi gli oli si amalgameranno rapidamente. Usate il vostro profumo solido alla lavanda, ai fiori d’arancio o al bergamotto semplicemente massaggiandolo sul corpo: vi idraterete e profumerete con un solo gesto.

Se ti sono piaciuto... condividimi !
Share on Facebook
Facebook
Share on Google+
Google+
Tweet about this on Twitter
Twitter

Lascia un commento