olio di jojoba

Olio di Jojoba: caratteristiche e proprietà

L’olio di jojoba è una cera liquida che viene prodotta a partire dai semi di jojoba (Simmondsia chinensis), un arbusto perenne originario delle zone aride di California ed Arizona meridionali e del Messico nordoccidentale, ed appartenente alla famiglia delle Simmondsiaceae.

La Simmondsia chinensis è una pianta a crescita lenta molto longeva, in grado di raggiungere e superare facilmente i 200 anni di età. Grazie al suo profondo apparato radicale ed alle sue scarse esigenze di acqua e nutrienti, tale arbusto cresce con facilità anche nelle zone più aride ed inospitali.

Questa pianta è in grado di raggiungere un’altezza di uno o due metri, e forma una chioma densa ed ampia; le foglie sono ovali e di colore grigio-verdastro, mentre i fiori sono giallo-verdastri e di piccole dimensioni.

Il frutto di jojoba è un seme duro, di forma ovale e dal colore marrone, particolarmente ricco di sostanze cerose che possono costituire sino al 54% del peso complessivo. Nei semi, oltre al suddetto olio, sono presenti anche altre sostanze come proteine (26-30%), carboidrati (8-10%), sali minerali, vitamine (soprattutto la vitamina E) e fibre, che successivamente all’estrazione della parte grassa rimangono nella pasta residua.

Attualmente le piantagioni di jojoba rappresentano una importante voce del bilancio economico di molte zone desertiche e semi-desertiche del mondo: dall’America centrale e meridionale alla penisola arabica, dagli Stati Uniti all’Australia. Oltre ai risvolti economici positivi per le popolazioni che vivono in queste aree svantaggiate del pianeta, la coltivazione delle piante di jojoba rappresenta uno strumento prezioso per la difesa della biodiversità e per preservare il suolo dalla desertificazione.

Il nome jojoba (la cui pronuncia esatta è ho-HO-bah) deriva da un termine della lingua parlata dai nativi americani originari del deserto di Sonora, il popolo O’odham, che ben conosceva ed utilizzava questa pianta a scopo curativo, ricavandone unguenti da applicare sulla pelle.

I semi di jojoba, a causa del loro elevato contenuto di cere indigeribili, sono tossici per molti animali selvatici e in caso di assunzione da parte dell’uomo hanno effetti lassativi talvolta anche intensi (steatorrea). Ciò è dovuto al fatto che l’apparato digerente umano non è in grado di scindere i legami delle molecole che lo costituiscono, ragion per cui l’olio vi transita come se fosse una sostanza inerte.

Dal punto di vista chimico l’olio di jojoba è una sostanza davvero particolare, che differisce rispetto agli altri oli di origine vegetale e, da questo punto di vista, ha una struttura che lo fa assomigliare maggiormente ai grassi di origine animale. Non si tratta infatti di un trigliceride, bensì di un estere ceroso costituito da una miscela di molecole insature dalla catena molto lunga (che possono avere da 36 sino a 46 atomi di carbonio).

L’olio di jojoba, al termine del processo di estrazione e raffinazione, è un prodotto incolore, inodore e ben stabile nei confronti dei processi ossidativi (irrancidimento) rispetto ad altri oli di origine vegetale. Allo stato grezzo, invece, l’olio di jojoba appare di un colore giallo dorato-paglierino chiaro, con un lieve odore di grassi.

Grazie alle sue caratteristiche, questo olio viene ampiamente utilizzato in campo cosmetico come agente idratante, per diluire profumi e fragranze ma anche per curare diversi tipi di affezioni cutanee.


Olio di jojoba: utilizzi medicinali e cosmetici

I popoli nativi americani del deserto di Sonora furono i primi a scoprire e beneficiare delle proprietà dell’olio di jojoba. Questo estratto veniva infatti impiegato per applicazioni cutanee allo scopo di lenire scottature solari ed eritemi, ma anche per la cura di piaghe e ferite.

La moderna industria cosmetica e farmaceutica non ha fatto altro che riprendere ed ampliare gli utilizzi tradizionali dell’olio di jojoba, che viene attualmente impiegato per la preparazione di emulsioni ricche di sostanze antiossidanti (tocoferoli) e dalle ottime proprietà emollienti, protettive, ammorbidenti e nutrienti. Sono in commercio moltissimi tipi di prodotti contenenti jojoba: creme idratanti per il viso e per il corpo, lozioni, creme ed oli solari, shampoo, saponi, stick nutrienti ed antirughe, burro cacao…

In campo dermatologico questi preparati sono utilizzati per il trattamento di acne, sfoghi cutanei e pelli secche, mentre grazie alla resistenza nei confronti della degradazione da parte dei raggi ultravioletti l’olio di jojoba è impiegato come ingrediente per creme solari e dermoprotettive.

Queste creme possono essere specificamente formulate per cute, cuoio capelluto o capelli, e svolgono un’efficace azione di protezione ed idratazione, rallentando al tempo stesso i fenomeni di invecchiamento cutaneo e la formazione di rughe e smagliature. I capelli trattati con olio di jojoba diventano molto morbidi e facili da pettinare, mentre a livello del cuoio capelluto si ha una riduzione della produzione di forfora e dell’eventuale prurito ad essa associato.

Quando trattati con olio di jojoba, i capelli si rivestono di una sottile patina protettiva efficace nei confronti delle aggressioni dovute a raggi ultravioletti, smog, cloro e salsedine.

Nell’olio di jojoba non è presente glicerina e, grazie alla sua struttura chimica, questo prodotto è rapidamente assorbibile da parte dell’epidermide. Questa sua affinità con la pelle lo rende un prodotto ottimo, ad esempio, per i massaggi, mentre a differenza di altri tipi di sostanze grasse non è comedogenico, ovvero non induce la formazione dei punti neri. Le creme a base di jojoba sono utilizzate sia negli anziani che nei bambini allo scopo di proteggere la cute da irritazioni, piaghe ed arrossamenti.

L’olio di jojoba non contiene allergeni né è irritante nei confronti degli occhi, di conseguenza può essere impiegato come struccante per tutto il viso. Anche gli uomini possono trarre beneficio da questo olio che, applicato come base su cui stendere la schiuma da barba, permette una rasatura più confortevole. Oltre a ridurre le escoriazioni ed i tagli dovuti al passaggio del rasoio, questo prodotto lascia inoltre la pelle piacevolmente morbida ed idratata.

Olio di jojoba: altri utilizzi

L’olio di jojoba viene impiegato nell’ambito delle colture agrarie per via delle sue proprietà fungicide, efficaci nella lotta contro diversi tipi di muffe e miceti.

Questo prodotto ceroso è anche utilizzato in campo meccanico e nel settore dei trasporti, essendo un prodotto dalle buone proprietà lubrificanti e che può essere utilizzato come biodiesel per la trazione veicolare.

Approfondire l’olio di Jojoba

Siti internet

  • Jojoba
    Portale interamente dedicato alla pianta di jojoba e all’olio da essa ricavato, contenente utili informazioni sulle sue proprietà e sulle modalità di impiego.

Libri consigliati

  • La jojoba –  Autore: Giovanni Mignoni –  Editore: Edagricole – Anno: 1985

Condividi questo contenuto sui social...Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn
 

Leave a Reply