Prodotti erboristici - articoli in archivio

  • Omega3 per la salute del cuore

  • Gli omega 3 sono gli alleati del proprio benessere, giocando un ruolo fondamentale nel metabolismo umano. Se assunti in maniera adeguata, contribuiscono in modo positivo alla normale funzionalità cardiaca, alla diminuzione del colesterolo cattivo e dei trigliceridi, aiutando a prevenire patologie cardiache e degenerative. Vediamo, di seguito come agiscono gli omega3, sulla salute del cuore e sull’intero organismo, attraverso i suoi numerosi e importanti benefici.

  • Magnesio marino per combattere la stanchezza

  • Il magnesio è un minerale essenziale per tutelare il proprio organismo, fondamentale nell’attività di tutte le cellule per un preciso funzionamento del sistema nervoso centrale e dei muscoli, cuore compreso. Spossatezza prolungata ed irritabilità, sono in genere i classici campanelli di allarme che ne rivelano la carenza. Di seguito scopriremo quanto è importante il magnesio marino per combattere la stanchezza sia fisica che mentale, insieme ai suoi numerosi benefici, a volte sottovalutati.

  • Luppolo in erboristeria

  • Il luppolo, noto altresì come lupo dei salici, è una particolare pianta perenne, molto diffusa e solitamente conosciuta come uno dei principali ingredienti della birra. Le sue numerose proprietà non sempre note ne fanno una pianta estremamente benefica e virtuosa. Utilizzato, con ottimi risultati, in fitoterapia per le principiali virtù sedative, amaro toniche, antisettiche e battericida.

  • Glucosamina per la rigenerazione della cartilagine

  • La cartilagine è un tessuto flessibile, elastico, di elevata resistenza alla pressione e sollecitazioni, che riveste le estremità delle ossa articolari, difendendole dall’attrito. Ci sono tuttavia, alcune zone che sono più sensibili e tendono facilmente a danneggiarsi, come ad esempio le ginocchia. Per contrastarne il deterioramento è possibile ricorrere alla glucosamina per la rigenerazione della cartilagine articolare, rallentando così gli effetti e lo sviluppo della tanto temuta artrite.

  • Sapone naturale

  • Supermercati, profumerie e farmacie propongono e vendono ogni giorno saponi di ogni genere e adatti a ogni esigenza. Ma siamo sicuri che siano tutti naturali? La risposta non è semplice, perché anzitutto bisogna capire cosa si intende per “naturale” e, soprattutto, per sapone naturale. Un sapone è naturale quando non contiene sostanze chimiche o derivati del petrolio.

  • Sapone di Marsiglia

  • Il sapone di Marsiglia è uno dei detergenti naturali più ricercati. La sua fama probabilmente deriva dal fatto che era usato dalle nostre nonne come detersivo per la casa e come detergente per il corpo. Loro sì che conoscevano le meravigliose virtù di questo sapone, che sembra essere davvero un toccasana per tutto: viso, corpo, casa, stoviglie e pavimenti.

  • Sapone di Aleppo

  • Il mondo dell’ecobio si è recentemente arricchito di un altro prodotto naturale a cui vengono attribuite virtù miracolose: il sapone di Aleppo. Questo sapone proviene dall’omonima città della Siria, dove viene lavorato da secoli con antichissimi metodi artigianali. Al prodotto vengono attribuite proprietà antisettiche, disinfettanti e antinfiammatorie. Ma sarà vero? A sentire le opinioni dei consumatori sembra proprio di sì, anche se alcuni ( pochi per la verità) lamentano di non essere riusciti a risolvere i loro problemi di pelle nemmeno con l’uso quotidiano del sapone di Aleppo. Come al solito, e come è nel nostro stile, cercheremo di spiegarvi perché in alcuni casi il sapone di Aleppo funziona e in altri no. Intanto, prima di descriverne le caratteristiche, sarebbe anche utile conoscere la sua storia.

  • Sapone artigianale

  • Detergere la pelle con saponi lavorati industrialmente può causare, a volte, fastidi e allergie, con sintomi come prurito, irritazione e bruciore. I saponi industriali contengono, infatti, additivi, coloranti e conservanti che possono scatenare reazioni allergiche nei soggetti più sensibili. In passato, quando si usava il classico sapone fatto in casa, questi problemi non esistevano, forse perché si trattava di un sapone privo di sostanze artificiali e ricco di materie prime del tutto naturali e innocue. Il sapone naturale si può preparare anche oggi, nel nostro tempo “tecnologicamente” avanzato e progredito. Questo sapone si prepara con gli stessi metodi del passato, ovvero a mano, e per tale motivo viene detto “sapone artigianale”.

  • Eucalipto in erboristeria

  • L’eucalipto è un imponente pianta perenne della famiglia delle Mirtacee, dalle note proprietà balsamiche, disinfettanti, antibatteriche e virali. Usata come composto base per tutte le preparazione farmacologiche, contro raffreddori, tosse e influenza è una delle piante più indicate contro le patologie respiratorie.

  • Integratori per studiare

  • Integratori per studiare, vediamone qualcuno E’ difficile concentrarsi, ed è difficile farlo sempre. Che sia la primavera con il suo risveglio dei sensi, l’estate con il caldo, l’autunno con il suo tempo grigio e cupo e l’inverno con il freddo che entra nelle ossa, la musica è la stessa. Potremmo giovarci dell’uso di integratori per studiare: ma sono reali oppure è la solita inconsistente leggenda metropolitana? La risposta in realtà non è nè si nè no. O meglio, se vi aspettate una pasticchina magica in grado da sola di farvi ricordare tutto e, soprattutto, di farvi venire voglia di studiare

  • Prodotto a base di melatonina: Melatonina Activ

  • La melatonina è una sostanza prodotta dalla ghiandola pineale e viene secreta in assenza di luce con un ritmo circadiano, ossia secondo lo stesso ritmo naturale del giorno e della notte. La melatonina svolge svariate funzioni, prima fra tutte la regolazione del ciclo sonno-veglia; non a caso, la concentrazione nel sangue di questa sostanza, raggiunge l’apice fra le 2 e le 4 di notte. Noi vi presentiamo un ottimo prodotto a base di melatonina.

  • Angelica in erboristeria

  • L’angelica, nota anche come “erba degli angeli”, è una pianta officinale ricca di storia e di leggenda dalle molteplici qualità benefiche, utilizzata ad esempio per la sua azione antispasmodica, carminativa e digestiva; usata ed apprezzata inoltre nella produzione di dolci e liquori. In questa guida tratteremo più approfonditamente le virtù, caratteristiche e quanto altro della preziosa e leggendaria erba angelica.

  • Alloro in erboristeria

  • L’alloro è una pianta sempreverde e spontanea molto diffusa ed apprezzata nella gastronomia, grazie alle caratteristiche aromatiche, nota inoltre per le sue numerose qualità terapeutiche, viene impiegata ad esempio: negli stati influenzali, come calmante nei disturbi digestivi, e in casi di affaticamento; in questa guida approfondiremo le particolarità di tale pianta, insieme ai suoi benefici anche in campo cosmetico, e ai migliori modi di utilizzo.

  • Tè bianco

  • Arriva da lontano e ha una storia millenaria: il tè bianco è una squisita bevanda di origine cinese, che anche in occidente soprattutto negli ultimi anni viene sempre più apprezzata e ricercata. Non solo per il suo sapore eccezionale che trasforma quello del tè in un momento davvero unico, ma anche per via del suo elevatissimo contenuto in sostanze ossidanti che rende il tè bianco un prezioso alleato per la salute. In questa guida scopriremo le origini, come viene prodotto e come gustare al meglio il tè bianco.

  • Melograno

  • Fin dall’antichità il melograno ed i suoi frutti sono stati grandemente apprezzati dall’uomo per le loro proprietà terapeutiche, nonché come simbolo di abbondanza, fertilità e buon auspicio. Attualmente il melograno è considerato un prezioso alleato dalla moderna erboristeria e dalla medicina naturale poiché svolge un’azione astringente, protettiva nei confronti dell’apparato cardiocircolatorio e molte altre ancora; ecco una guida per scoprire tutto ciò che c’è da sapere sulla preziosa pianta del melograno e sui suoi ottimi frutti, utilizzati sia a scopo culinario che terapeutico.

  • Rabarbaro

  • Il rabarbaro è una pianta molto apprezzata sia in ambito alimentare che erboristico: grazie ai principi attivi contenuti, essa è infatti una preziosa alleata della medicina naturale in grado di migliorare le funzioni digestive ed intestinali, ma non solo. In questa guida dedicata al rabarbaro approfondiremo la conoscenza con questa pianta, scoprendone i numerosi usi e dedicando anche la doverosa attenzione nei confronti delle precauzioni d’uso e degli effetti collaterali.

  • Assenzio

  • L’assenzio è una pianta frequentemente utilizzata in erboristeria anche se – ingiustamente – spesso è più conosciuta per l’omonimo distillato, del quale è l’ingrediente principale. Si tratta di una specie molto apprezzata dalla medicina tradizionale, dalla quale viene impiegata per via delle sue numerose proprietà benefiche: è infatti uno stimolante, digestivo, antinfiammatorio, febbrifugo, diuretico e molto altro ancora. In questa guida sull’assenzio approfondiremo la conoscenza di questa preziosa pianta, dalle origini ai suoi svariati utilizzi sia terapeutici che in altri campi.

  • Camomilla

  • La camomilla è una preziosa pianta che viene impiegata per via delle sue proprietà medicinali: oltre ad essere un popolare rimedio a blanda azione sedativa, essa è utile anche in caso di problematiche digestive, per uso cutaneo e come antinfiammatorio, ma non solo. In questa guida dettagliata sulla camomilla scopriremo insieme le caratteristiche uniche di questa pianta, le sue modalità di utilizzo e le sue interessanti applicazioni terapeutiche.

  • Ginkgo Biloba

  • Il Ginkgo biloba è una pianta davvero straordinaria: sia perché comparve sul nostro pianeta oltre 250 milioni di anni fa, sia per la sua indiscutibile bellezza, sia per i suoi usi in cucina ed in campo erboristico. Prezioso alleato per migliorare la circolazione sanguigna e prodotto dalle spiccate proprietà antiossidanti, il Ginkgo è da sempre uno dei capisaldi della medicina naturale. Scopriamo in questa guida le caratteristiche di questa pianta originaria dell’Asia, le sue applicazioni pratiche e qualche interessante curiosità.

  • Iperico

  • L’iperico è una specie molto utilizzata nell’ambito della medicina tradizionale e dell’erboristeria per via delle sue interessanti applicazioni curative. Si tratta infatti di una pianta ad azione antibatterica ed antinfiammatoria, ma che soprattutto si fa apprezzare per via delle sue proprietà ansiolitiche ed antidepressive che permettono terapie alternative ai farmaci di sintesi. Ecco una guida sull’iperico, sulle sue caratteristiche e sulle modalità di utilizzo, con una importante sezione dedicata alle interazioni con alcune categorie di prodotti farmacologici.